Libera Scrittura

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Libero Manuale di Scrittura Creativa Progettiamo la storia 2: Identificare il conflitto e la posta in gioco

p2: Identificare il conflitto e la posta in gioco

E-mail Stampa PDF

Il conflitto che normalmente s’insinua nella nostra vita, alberga nei rapporti tra le persone, nella narrativa s’esaspera, s’infiamma e propaga lungo la storia. Non c’è storia senza conflitto, e le storie più belle, quelle che afferrano il lettore e lo inchiodano sul libro sino alla fine, sono quelle in cui il conflitto è dinamico, evolve e illumina ogni pagina.

Se c’è un conflitto, una battaglia da combattere per raggiungere un certo obiettivo, bisogna tenere in conto che si può uscire sconfitti: dunque, il nostro protagonista, sa che rischia di perdere la sfida, e con essa qualcosa di prezioso (l'amore, un tesoro, la fiducia in se stesso, la vita…): questa è la posta in gioco.

Bene prezioso: un oggetto, una persona, un sentimento, una situazione positiva, che all'improvviso viene messa in discussione e rischia di essere perduta dal protagonista. Oppure è l'obiettivo della storia, che deve essere raggiunto a tutti i costi.

Il Conflitto: la causa che scatena l'azione, provocata da un antagonista (persona, ostacolo, sentimento...) che comporta la perdita del bene prezioso o l'allontanamento dall'obiettivo.

Posta in gioco: ciò che il Protagonista della storia è disposto a rischiare per riconquistare il "bene prezioso".

Il rapporto conflitto / posta in gioco rigurda ogni possibile storia, non soltanto quelle d'azione. Il conflitto può anche essere interiore, così come la posta in gioco.

Abbiamo introdotto qui la figura del protagonista e dell'antagonista. E' ora di iniziare a parlare dei personaggi...

 


Banner